SAMSUNG GALAXY X: IL NUOVO SMARTPHONE PIEGHEVOLE.
luglio 23, 2018
Truffa via mail: non negoziabile, si paga solo con i bitcoin.
luglio 30, 2018

FATTURAZIONE ELETTRONICA GENNAIO 2019: FATTI TROVARE PRONTO

La gestione elettronica delle fatture verso i privati non é ancora obbligatoria, ma lo sará per tutte le imprese dall’ 1 Gennaio 2019. Avvalersene giá da oggi significa arrivare preparati e con gradualitá ad un importante cambiamento e sfruttarne da subito i vantaggi in termini di sicurezza, spazio, tempo e denaro.

COS’E’ LA FATTURAZIONE ELETTRONICA?

La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione.

Il nuovo formato in cui le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate è un formato digitale chiamato XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che consente di verificare le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge.

CHI VIENE COINVOLTO?

Gli attori coinvolti sono: il fornitore o il suo intermediario, il Sistema di Interscambio nazionale (SdI) e la Pubblica Amministrazione destinataria della fattura.

FATTURAZIONE ATTIVA E FATTURAZIONE PASSIVA

Se sei un esercente di un’attività commerciale (fatturazione attiva) dovrai iniziare a compilare le fatture elettroniche. Ciò di cui hai bisogno è un software abilitato all’emissione della fattura elettronica che, una volta compilato il modello della fattura la invierà direttamente al portale dell’agenzia delle entrate.
L’agenzia delle entrate  riceverà le fatture e dopo averle approvate le invierà al destinatario.
Se il tuo caso è quello della fatturazione passiva e quindi di ricevere delle fatture, potrai riceverle direttamente dall’agenzia delle entrate tramite PEC o tramite e-mail se ti sei avvalso di una piattaforma intermedia.

DI COSA HAI BISOGNO PER ESEGUIRE LA FATTURAZIONE ELETTRONICA?

I dati necessari per la fatturazione elettronica sono:
Codice univoco ufficio per la fatturazione elettronica o CUU (anche detto codice IPA, è un codice alfa-numerico che individua l’ente pubblico o un ufficio dello stesso, in maniera univoca.);
Partita IVA, indirizzo, data del documento, dati classici di una fattura cartacea e tutti i tuoi dati rilevanti ai fini fiscali;
Firma elettronica del soggetto emittente della fattura.

QUALI SONO I PASSI DA SVOLGERE?

1. La Pubblica Amministrazione deve comunicarti un codice univoco composto da lettere e numeri detto “codice univoco ufficio per la fatturazione elettronica”; da inserire nella casella “codice destinatario”.

2. Questo codice deve essere riportato nella fattura elettronica insieme a Partita IVA, indirizzo, data del documento e tutti gli altri dati rilevanti ai fini fiscali.

3. Una volta compilata, la fattura deve essere firmata digitalmente (firma elettronica) dal soggetto emittente. Questo garantisce la PA sull’origine di emissione della fattura elettronica.

4. Una volta firmata, la fattura transita dal Sistema di Interscambio che viene gestito dall’Agenzia dell’Entrate e che per legge è il punto di passaggio obbligato per tutte le fatture. il Sistema di Interscambio (portale) ha il ruolo di snodo tra gli attori interessati e ha il compito di verificare che il formato del documento ricevuto sia corretto e che i dati inseriti siano completi.

5. Dopo accurati controlli, il Sistema di Interscambio della Pubblica Amministrazione provvede a inviarla ai destinatari.

Vieni a trovarci in negozio (Cosmos) , ti spieghiamo tutto noi! Non dovrai preoccuparti di programmi, software o altro… TI ASPETTIAMO!

#stayunited